Announcement

Collapse
No announcement yet.

Estensione Gotthardbahn

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Estensione Gotthardbahn

    Ciao,

    Apro questo topic principalmente perchè è un piacere finalmente avere una sezione in cui parlare in lingua italiana di train simulator. Ho questo gioco dal 2011 e i forum degli sviluppatori sono sempre in inglese quindi mi fa piacere parlare nella mia lingua.

    Giusto ieri ho acquistato il rABE 523, e, come mi aspettavo l'ho trovato veramente molto bello e ben sviluppato.

    A questo punto l'unica cosa che mi dispiace è che la linea del Gottardo finisca a Bellinzona, quando la parte inferiore è bella quasi quanto la parte superiore (basti pensare a tutta la tratta che costeggia il lago di Lugano).
    Per questo motivo, chiedo agli sviluppatori di considerare un'estensione fino a Como S. Giovanni.

    Perché Como e non Chiasso? Semplice, da Italiano, avrei molto piacere a vedere un po' del mio paese in Train Simulator (già abbiamo visto qualcosa nella ferrovia del Bernina). Ci tengo a ricordare che l'Italia è una destinazione turistica molto apprezzata in tutto il mondo ed è una garanzia di best seller quasi assicurata, e un po di Italia nella rotta per me sarebbe un gran boost nelle vendite.

    Da un punto di vista delle licenze non credo sia un problema, in quanto basterebbe non mettere il logo di RFI ed il problema è risolto. Con il rABE 523 si può viaggiare tranquillamente fino a Como (poi in base al realismo che vogliono dare gli sviluppatori, si può fare o non fare il cambio di tensione).

    Anche i segnali, trattandosi di pochi chilometri non dovrebbero essere difficili da fare.

    In alternativa, se Como è troppo imegnativo, mi accontenterei anche di Chiasso.

    Lascio, per documentazione, un cab ride della linea da Bellizona in giù.

    https://www.youtube.com/watch?v=PCjl94Qp0vk

  • #2
    inutile dire che sarei felicissimo se la Rivet Games prendesse in seria considerazione questa estensione. Come già descritto in altri post aspettiamo con ansia che qualche produttore professionale abbia il coraggio di affacciarsi sul territorio italiano con qualcosa di più che una semplice stazione. Penso anche che il mercato vado un po invogliato e finché non ci sarà una pubblicazione ufficiale, non si potrà mai veramente testare la potenzialità di questo mercato, che è in crescita, e che potrebbe riservare sorprese, non solo dagli acquirenti italiani ma anche da quelli esteri che amano la nostra ferrovia. Lo so , la sfida è complessa sotto tanti punti di vista, a partire dal segnalamento, ...... i professionisti siete voi. Anche io possiedo il RABe 523 e sono stato soddisfatto dell' acquisto, mi chiedo come sarebbe, un Pendolino ETR610 targato Rivet Games
    Click image for larger version

Name:	SBB_1.jpg
Views:	195
Size:	207.4 KB
ID:	1757

    Comment


    • #3
      L'idea di un'espansione della ferrovia del Gottardo è sicuramente molto interessante (sia a nord che a sud, si tratta di un percorso che conosco personalmente avendolo percorso ormai moltissime volte), purtroppo, se un allungamento fino a Chiasso non è dal punto di vista della fattibilità particolarmente ostico, all'estensione in Italia ad oggi persistono alcuni problemi:

      Al momento non c'è un treno adatto. Il RABe 523 nella realtà non può viaggiare in Italia poiché non è dotato dei sistemi di sicurezza adeguati. Anche se venisse per così dire "abilitato" nel gioco ad arrivare fino a Como, questo andrebbe a danneggiare il realismo visto che non sarebbe in grado di rispondere efficacemente ai segnali italiani (oltretutto il cambio di tensione è a Chiasso). Questo sarebbe stato risolvibile con il RABe 524, che sarebbe stato la scelta ideale per questa tratta (poiché oltre ad espletare nella realtà il 99% dei servizi sulla linea di montagna sarebbe stato maggiormente compatibile per un'espansione verso Sud visto che monta il pantografo italiano ed è compatibile alla circolazione in Italia). Purtroppo, come già specificato in altra sede, un problema di licenze non ha permesso ciò. Purtroppo, non è così facile per dei creatori di contenuti a pagamento "aggirare" questa cosa (in questo senso si trovano le mani legate rispetto a chi invece produce dei contenuti freeware) e, anche se mi è stato detto di non fare nomi riguardo agli operatori ferroviari che non hanno reso possibile la produzione di questo modello, penso che non ci voglia un genio per capire quale/quali sia stato/siano stati.
      Capite pure che questo si rivela un grande ostacolo quando si tratta di produrre un treno o addirittura una tratta.

      Non c'è di sicuro da discutere sul fatto che una tratta italiana possa essere interessante nel vasto mercato di DLC (e di questo pure lo studio stesso ne è cosciente, se non ricordo male Andreago71 avevi aperto una discussione al riguardo), ma purtroppo personalmente penso che non sarà così facile vedere dei contenuti del vostro Paese a breve termine (ciò ovviamente non esclude che ce ne saranno tra un po' di tempo, magari nel medio termine). Magari, aggiungo, la mia sensazione è che tra le porzioni di tratta che si potrebbero vedere con più facilita a breve termine sul simulatore ci potrebbero essere quelle del Sempione fino a Domodossola e la tratta che arriva a Luino da Cadenazzo, questo perché sono gestite dalle ferrovie svizzere (FFS, un po' lo stesso di ciò che si è visto con l'arrivo a Tirano del Bernina in quanto linea gestita dalla RhB); questo chiaramente significa segnali e sistemi di sicurezza svizzeri, ma si tratta pur sempre di qualcosa (anche se ovviamente capisco che non è la stessa cosa di una "vera" tratta italiana).


      A livello di materiale rotabile invece, penso che un RABe 503/ETR 610 sia un po' più facile da vedere nel gioco, nella livrea FFS, rimane comunque da capire se ed in che modo possano essere implementati i sistemi italiani.

      Comment


      • #4
        Grazie per la risposta, matteomo

        La mia idea di base infatti è di ampliare la linea fino a Chiasso (ottima peraltro anche dal punto di vista degli scenari merci, visto che lo scalo di Chiasso smistamento è enorme e permette moltissime possibilità).

        Mi sarebbe piaciuto andare fino a Como più che altro per la possibilità di vedere un po del mio paese. Per quanto riguarda l'assenza di treno, se la linea venisse sviluppata insieme all'ETR 610, il treno adatto ci sarebbe. La licenza FFS c'è già come hai detto giustamente te quindi non vedo grandi criticità. (La linea è ambientata nel 2015 quindi si può ricreare tutto l'eurocity da Como a Erstfeld, sebbene ci sarebbe un cambio macchinista ovviamente a Chiasso). L'unica incognita è la difficoltà di ricrare il sistema SCMT che per 4 km forse non vale la pena.

        In ogni caso anche se la linea venisse sviluppata solo fino a Chiasso, sarebbe per me un'ottima espansione.

        Comment


        • #5
          Grazie per la risposta @matteomo,

          si ho fatto diverse proposte di rotte italiane nel vostro forum, come vedi ce la sto mettendo tutta per convincervi, o perlomeno, incentivare un interesse. Certo noi appassionati si fa voli pindarici con la fantasia ma capisco benissimo che se il percorso è interrotto dalla mancanza di licenza c' è poco che si possa fare, apprezzo particolarmente che venga detto senza troppe remore. E' una motivazione più che giusta come anche un eventuale costo troppo alto della licenza da ottenere. Non è infatti così scontato che imprese ferroviarie concedano la licenza, anche i nomi delle stazioni sono coperti da copyright, non solo i loghi. A proposito di ciò, è famoso ( e probabilmente ancora pubblico ) un' articolo della casa madre, la DVG, in cui spiegavano quanto difficile e costoso fu ottenere la licenza SNCF, con una trattativa economica durata degli anni, pubblicato appena prima della uscita dell' addon LGV. Per quanto riguarda il segnalamento italiano, ho il sospetto che tra quelli europei sia proprio il più complesso da replicare, ammesso che si voglia mantenere un certo realismo. Le altre case che hanno realizzato stazioni italiane e che per forza di cose, si sono addentrate un poco nel nostro territorio, l' hanno semplificato al massimo banalizzando la funzione del segnale. Una eventuale pubblicazione realizzata con questo sistema banalizzato andrebbe incontro ad una camionata di critiche. Purtroppo non ci sono release ufficiali a cui rifarsi per una eventuale implementazione del sistema di segnalamento italiano e quindi non vedo alternativa che rivolgere lo sguardo al segnalamento che usiamo sulle nostre tratte artigianali, ammesso che questo sia possibile.
          Last edited by Andreago71; 06-01-2020, 06:44 PM.

          Comment


          • #6
            E' mia intenzione acquistare prossimamente questa tratta e sarebbe molto interessante una sua estenzione fino a Como.

            Comment

            Working...
            X